Login

Tutti i servizi di Cascinamacondo, compreso il concorso haiku li trovi sul nuovo sito: www.cascinamacondo.com

Se ti sei già registrato sul nuovo sito premi qui per accedere.
Se ancora non ti sei registrato sul nuovo sito e vuoi registrarti gratuitamente premi qui.

Registrati sul nuovo sito per partecipare al concorso premendo qui.

recupera la password
Forgot your Password?
Menu
Home Haiku Crestomazia Concorso Haiku 2008 Concorso Haiku 2007 Concorso Haiku 2006 Concorso Haiku 2005 Concorso Haiku 2004 Concorso Haiku 2003 VideoChe cos'è un HaikuBibliografia Haiku Cos' è un Senryu Shashaijin Fuci Wasnahaijin Manifesto della poesia Haiku in lingua italiana Gli Haiku Bifronte
ovvero
I Gianu-Haiku
Haiku correlato
o Haiku narrativo
Articoli Congresso Europeo HAIKU-VADSTENA, SVEZIA - 8-9 Giugno 2007 Riflessioni sui sistemi di votazione
Il sistema a coppie alternate
Le sillabe - nozioni di metrica Haiku tombolato L'angusto sentiero del nord
di Matsuo Basho
NewsletterArchivio newsletter


CASCINA MACONDO
RISULTATI CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA
5° EDIZIONE 2007

sponsor del concorso internazionale haiku edizione 2007

Patrocinio Comune di Riva Presso Chieri: www.comune.rivapressochieri.to.it
DeArt Edizioni: www.deart.org
Ditta Xixa bustine di zucchero: www.xixa.it
Industria Ceramica Vicentina Srl: www.ceramicavicentina.it
AirStar Sorrisi Randagi: www.sorrisirandagi.it
Cogest M&C-Business & Travel: www.cogest.info
Filmdubsters: www.ivodepalma.it
De Giorgi Advertising: www.degiorgi-adv.com
Scuola di Cirko Paolo Stratta: www.scuoladicirko.it
Edoardo Burlini
Gruppo Piotto

giuria edizione 2007
Alessandra Gallo, Annette Seimer, Antonella Filippi, Fabia Binci,
Fabrizio Virgili, Giorgio Gazzolo, Michele Bertolotto, Pietro Tartamella

IL ROSPO RINTANATO
114 HAIKU
ANTOLOGIA SEGNALATI 2007
italiano-inglese

DEART EDITORE
in collaborazione con
CASCINA MACONDO

traduzione inglese a cura di
Alessandra Gallo, Antonella Filippi, Danilo Danglari,
Laura Uboldi, Lucy Sobrero, Marco Morello

puoi ordinare il libro
(stampa tradizionale - o in versione e-book)
cliccando qui
(stampa tradizionale)
cliccando qui (e-book)

 

VINCITORI E SEGNALATI
- SEZIONE INDIVIDUALE -

1° PREMIO - 1ST PRIZE
sezione individuale

Jim Kacian (USA)

scolpendo il legno
finché non resta niente
della giornata

whittling
till there’s nothing left
of the light

Motivazione della Giuria
L’ora vibra dei riflessi del tramonto. Il poeta si rende conto con stupore (Wabi) che un altro giorno è passato, scivolando via senza rumore, mentre lui era intento ad intagliare il legno, con la ritualità essenziale dei gesti necessari. Non sarà tuttavia il tramonto di un giorno inutile e vuoto: qualcosa è accaduto, qualcosa resta nella fugacità del tutto, se non altro il ricordo di una dedizione totale e la fierezza per un lavoro avvincente in grado di annullare la percezione del tempo che inesorabile, attimo dopo attimo, consuma noi e le nostre opere. È una constatazione quieta, intrisa di malinconia (Aware), ma senza smarrimento, che giunge a sereno consuntivo di una giornata vissuta con intensità e passione, in silenzio e solitudine (Sabi).

Motivation of the Jury
The hour vibrates of sunset reflections. The poet realizes with amazement (Wabi) that another day passed, gliding away without noise, while he was absorbed in whittling a piece of wood, with the essential rituality of the necessary gestures. Il will not be the sunset of a useless and hollow day, nevertheless: something happened, something remains in the fleetingness of the Whole, at least the remembrance of a total dedication and the pride for an engaging work able to cencel the perception of time that, inexorable, cosumes us and our works. It is a quiet observation, steeped in melancholy (Aware), but without dismay, that comes to a tranquil final balance of a day spent with intensity and passion, in silence and solitude (Sabi).

2° PREMIO - 2ND PRIZE
sezione individuale

Lella Buzzacchi (Italia-BG-Torre de’ Roveri)

A piene mani
la bimba con le more
viola il sorriso

by handfuls
the child with the blackberries
purple smile

Motivazione della Giuria
L’haiku ha la delicatezza di un’immagine pittorica: un ritratto in punta di penna che ha un sapore leggero e misterioso (Yugen), avvolgente come il profumo delle more. Tutto concorre a far scattare la suggestione (Wabi): la bambina che avanza con le mani piene di more e la bocca impiastricciata è un miracolo di grazia e candore (Karumi). Nell’incanto di quel sorriso viola si destano echi sopiti d’infanzia. La gioia indefinibile dell’attimo fa riaffiorare la purezza e l’innocenza del passato, di cui perdura in noi la nostalgia (Aware). Il tempo sembra essersi fermato, gli echi si moltiplicano all’infinito e si rifrangono in mille sfumature di luci e di aromi, nel silenzio (Sabi) di un paesaggio incantato.

Motivation of the Jury
The haiku is as delicate as a pictorial image: a pen-and-ink portrait that has a slight and mysterious taste (Yugen), wrapping up just like the smell of the blackberries. Everything contributes to make awesomeness begin (Wabi): the child moving with the hands full of blackberries and a besmeared mouth is a miracle of grace and innocence (Karumi). In the enchantment of that purple smile forgotten echoes of childhood awake. The indefinable joy of the moment, whose nostalgia persists in us, makes purity and innocence of the past come up again (Aware). Time seems to be still, the echoes propagate endlessly and reflect in a thousands shades of lights and flavours, in the silence (Sabi) of an enchanted landscape.

3° PREMIO - 3RD PRIZE
sezione individuale

Andrea Anselmino – Italia (Chieri)

Sovrappensiero
ho di nuovo versato
due tazze di tè

lost in thoughts
I poured again
two cups of tea

Motivazione della Giuria
Un haiku attraversato dal silenzio (Sabi) dove contano soprattutto il non detto e il segreto che attraversa i versi: qualcosa è avvenuto e ha mutato la vita del poeta ma è ancora presto perché egli se ne renda davvero conto. Nella ritualità dei gesti quotidiani gli capita di sbagliare, di fare ancora come se tutto fosse come una volta e di versare magari due tazze di the, anche se più nessuno è lì con lui. È un attimo soltanto, il poeta con accorato stupore (Wabi) avverte l’incongruenza del gesto e sembra quasi scusarsene, in un silenzio appena franto, intriso di pudore e turbamento. Il ritorno al presente non è disperato, la fugacità delle cose umane è una realtà da accettare, ma il rimpianto (Aware) vibra come una nota limpida. La semplicità delle espressioni nulla toglie al pathos del componimento, anzi ne esalta i valori.

Motivation of the Jury
A Haiku born by silence (Sabi), where it is important above all what is not said and what is secret, permeating the lines: something happened and changed the life of the poet, but it is still early for him to be really aware. In the rituality of daily gestures he happens to be wrong, to act as if everything was just like once was and to pour two cups of tea, even if nobody is there with him any longer. It is only a moment, the poet feels the inconsistency of the gesture with sorrowful astonishment (Wabi) and seems to apologize for it, in a silence scarcely broken, steeped in reserve and worry. Coming back to the present is not desperate, the fleetingness of human things is a reality to be accepted, but the regret (Aware) vibrates like a clear note. The simplicity of the expressions does not get anything out of the pathos of the composition, on the contrary it exalts its values.

- SEZIONE COLLETTIVA -

1° PREMIO - 1ST PRIZE
sezione collettiva

Antonio Orengo – Italia-(TO) Elem.Tommaseo-1D-ins.Egle Gentili

l’uva è matura
assaggio un grappolo
alla mia altezza

the grapes are ripe
I taste a bunch of grapes
at my height

Motivazione della Giuria
Tra filari d’uva matura dalle tonalità calde e dai profumi penetranti si delinea la figuretta di un bimbo che stacca - per gustarlo - un grappolo “alla sua altezza”. È un evento minimo che attira l’attenzione (Wabi) e intenerisce con il suo candore (Karumi). La scena è piena di grazia leggera e ci fa sorridere mentre risveglia nell’emozione della memoria altri momenti simili che continuano a vibrare in noi, complici e furtivi (Aware). Il fascino dell’haiku è nella quieta limpidezza di ciò che narra e nella capacità evocativa con cui, libero da ogni retorica, riesce ad aprire uno spiraglio sul mondo incantato dell’infanzia. Con lo sguardo del bimbo è facile gustare la bellezza del mondo e delle cose semplici che accadono sotto i nostri occhi e fanno ritrovare il gusto della vita.

Motivation of the Jury
Among the rows of vines and of ripe grapes with warm shades and pervasive smells, the small figure of a child comes into sight: he is cutting off a bunch of grapes “at his height” to taste it. It is a simple event that draws the attention (Wabi) and moves with its innocence (Karumi). The scene is full of a slight grace and makes us smile while it awakens into memory other similar moments, that vibrate in us, conspiratorial and furtive (Aware). The charm of the Haiku is all in the quiet clearness of what is describing and in the evocative ability with which, free from any rhetoric, it is able to make us enter in the enchanted world of childhood. With the point of view of the child it is easy to enjoy the beauty of the world and of the simple things that happen under our eyes and make us find again the taste of life.

2° PREMIO - 2ND PRIZE
sezione collettiva

Stefano Maiorino-Italia (TO-Falchera) Area Handicap

canzoni mie
a Capodanno canto
dietro il tavolo

songs of mine
I sing at New Year’s Eve
behind the table

Motivazione della Giuria
Ecco un haiku percorso da un soffio di vitalità gioiosa. A Capodanno nel fermento della festa il poeta canta la “sue” canzoni dietro il tavolo: è un momento importante che lo vede protagonista. L’eco è destinata a perdurare nel tempo. Ricordarlo significherà uscire dalla tristezza di giorni sbiaditi e affermare la singolarità del proprio essere, pur nel fugace trascorrere di ogni cosa (Aware). Un evento significativo può essere presenza reale e viva, solarità e ardore, continuando a proiettare luce mentre allontana la fugacità e l’insensatezza. Per questo la memoria torna a ripercorrerne ogni istante significativo. Si sente tra le righe la speranza che l’evento accada ancora. Magari al prossimo Capodanno.

Motivation of the Jury
Here is a Haiku pervaded by a breath of joyful vitality. During New Year’s Eve party the poet sings “his” songs behind the table: it is an important moment in which he is the protagonist. The echo is doomed to last in time. To remember it will mean to come out from the sadness of dull days and to assert the peculiarity of one’s own being, even if in the fleeting elapsing of every thing (Aware). A meaningful event can be a real and vivid presence, radiant and bright, that will go on casting light while keeping at a distance fleetingness and senselessness. It is because of this that memory goes back to every meaningful moment. Between the lines you can feel the hope that the event will happen again. Maybe next New Year’s Eve.

3° PREMIO - 3RD PRIZE
sezione collettiva

Michele Mariuta-Italia (TO) Elem.Manzoni-4D-ins.Beatrice Sanalitro

Erano in mare
collane di conchiglie.
Folla al mercato.

necklaces of shells
were in the sea.
Crowd at the market.

Motivazione della Giuria
Bisogna avere l’animo di un bimbo per poter cogliere in pieno la bellezza di ciò che cade sotto i nostri occhi, come un banco di collane al mercato. Stupore(Wabi): sono conchiglie intrecciate che profumano ancora del mare sul cui fondale giacevano. È un attimo che stordisce e illumina. L’uomo non ha fatto che portarle in superficie ma il fascino dell’infinita varietà delle loro forme e del loro splendore è un dono della natura. La constatazione è immediata e festosa: con semplicità e naturalezza si avverte che quelle collane al mercato sono un dono da accogliere con gratitudine e umiltà. Tutto trascorre (Aware): il mare è lontano, ma la sua bellezza e l’eco del suo sciabordare è racchiuso nel guscio delle conchiglie (Yugen). La sua energia palpita fin qui e chiede di essere riconosciuta. La folla al mercato, a cui con ribaltamento semantico si accenna nell’ultimo verso, saprà accorgersene?

Motivation of the Jury
It is necessary to have the heart of a child to grasp the beauty of what is under our eyes, just like a stall covered with necklaces at the market. Astonishment (Wabi): there are shells plaited, still having the fragrance of the sea, on whose sediments they lay. It is an instant that stuns and enlightens. Man only brought them to surface, but the charm of the numberless variety of its shapes and splendour is a gift of nature. The observation is immediate and joyful: in a simple and natural way we feel that those necklaces at the market are a gift to welcome with gratitude and humbleness. Everything passes (Aware): the sea is far away, but its beauty and the echo of its washing up is closed into the test of the shells (Yugen). Its energy throbs and asks to be recognized. Will the crowd at the market (mentioned, with a semantic upsetting, in the last line) perceive it?

GLI HAIKU VINCITORI - GLI HAIKU SEGNALATI
AL QUINTO CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA
EDIZIONE 2007 (formto pdf)



Manifesto della poesia Haiku - anno 2007

Manifesto of haiku poetry in the italian language

                                 

SCARICA IL BANDO INTEGRALE DEL CONCORSO - anno 2007

                                                      
               

   

 

 


Copyright 2004 - 2007 Cascinamacondo.com - Realizzato da DeArt - Torino